17 Ottobre 2020

Aste, bandi e concorsi:

Premio Francesco Fabbri per le arti contemporanee -

venerdì, 11 Settembre 2020

I FIORI DELL’ACCADEMIA -

lunedì, 10 Agosto 2020

Slider

Sconfitta all'insegna del nervosismo.

Il Potenza esce sconfitto da quel di Francavilla Fontana al termine di una partita caratterizzata dalle tante polemiche dentro e fuori dal campo. Quel che sembra certo è che la direzione

Tracollo Potenza a Terni.

Il Potenza cade in quel di Terni sul risultato di 3-0.
Tracollo dei rossoblù in casa della Ternana che, come ammesso anche da mister Somma, non hanno offerto una prestazione degna di nota e hanno commesso errori grossolani.
I padroni di casa sono stati capaci di sfruttare al massimo tutte le occasioni avute
mettendo quasi sempre in difficoltà una difesa parsa un po’ troppo ferma e incerta.
Certamente non ci si aspettava di andare a Terni a vincere la partita, il Potenza dovrà costruire la sua salvezza contro avversari alla portata e dovrà impiegare tutte le sue forze per non fallire alcuni appuntamenti che saranno veri e propri scontri diretti.
Ternana che ha ampiamente meritato la vittoria dominando per larghi tratti la partita e facendo emergere tutti i limiti dei rossoblù.
Il Potenza dopo aver subito il gol dell’ 1-0 di Partipilo non ha reagito come si sperava, sciupando le pochissime occasioni avute e chiudendo il primo tempo sul 2-0 per i padroni di casa.
Potenza che è parso l’esatto contrario delle prime uscite che avevano lasciato ben sperare e avevano fatto intravedere una squadra giovane ma ben organizzata.
Il 3-0 degli umbri è solo una formalità, il gol di Falletti dal dischetto sancisce la sconfitta dei rossoblù e il precario momento che si sta vivendo in casa Potenza.
Ora bisognerà mettere presto alle spalle questi due passi falsi consecutivi, rispettivamente con Foggia e Ternana, dove la truppa di Somma è sembrata demotivata e incapace di timbrare il tabellino.
Subire 5 gol in 180 minuti, inoltre, denota una certa sofferenza della squadra nel reggere le pressioni avversarie.
È chiaro che qualcosa in difesa andrà rivista, tuttavia, le partite si vincono soprattutto con i gol degli attaccanti, anch’essi latitanti.
La prossima partita contro il Teramo andrà affrontata dando il massimo e cercando di ribaltare un pericoloso trend negativo che potrebbe rovinare quanto di buono si era visto all’esordio.
La miglior medicina per i rossoblù sarà quella di riprendere il proprio cammino con orgoglio, costruendo la propria salvezza soprattutto tra le mura amiche.
Il Viviani, seppur con le dovute restrizioni, potrebbe davvero rappresentare l’ancora di salvezza di questa squadra!

Leave A Comment

Follow by Email