17 Maggio 2020

Aste, bandi e concorsi:

HAH – HELP ART in HOSPITAL chiamata per Artisti -

domenica, 24 Maggio 2020

Exibart prize 2020 -

domenica, 24 Maggio 2020

Slider

FUORISALONE DESIGN CITY EDITION

La seconda fase sul territorio della Milano Design Week



Fuorisalone, in continuità con la prima edizione Digital lanciata a giugno, rinnova e rilancia il progetto con Fuorisalone
Nasce a Ruoti l'emeroteca intitolata a Renato Angiolillo

A Ruoti apre l’emeroteca dedicata a Renato Angiolillo.



Lunedi 3 agosto 2020 alle 11 sarà inaugurata l'emeroteca dell'Associazione Culturale Giovanile Recupero

Aste Boetto, lunedì 25 la sessione primaverile del Moderno e del Contemporaneo.

Dopo una pausa, le Aste Boetto riprendono l’attività delle vendite all’asta organizzando, rigorosamente attraverso lo smart working, la sessione primaverile del Moderno e del Contemporaneo. Come d’abitudine l’evento è composto da due succosi cataloghi che saranno presto visibili online sul sito della Casa d’Aste e sui portali partners della promozione. Il primo catalogo è dedicato alla figurazione italiana del Novecento e a un mix di tecniche miste e importanti grafiche e multipli. Segnaliamo per i cultori del realismo quotidiano, interpretato dai pittori nostrani con scene di interni, ritratti e nature morte, opere di Casorati, Cesare Monti, Carlo Vitale un’importante tela di Ottone Rosai (Giocatori di toppa, olio su tela cm 90×120 € 15.000/17.000) e un Depero da vero intenditore. Verrà presentata inoltre un’esaustiva collezione dei Sei di Torino (Levi, Chessa, Paulucci, Galante, Boswell, Menzio). Per gli amanti del disegno una pregevole china di de Chirico, datata 1922/23 che ha come soggetto una Piazza d’Italia (Piazza d’Italia 1922 ca, china su carta cm 20,5×17 € 3.000/3.500). La sezione grafica inizia con una chicca di Giorgio Morandi e prosegue con Rauschenberg, Dubuffet, Bruce Naumann, Picasso, Sam Francis, Max Ernst, Carol Rama. Il secondo catalogo, suddiviso in By Italy e Worldwide presenta svariate opportunità per acquisire opere importanti a prezzi di base molto inferiori alle quotazioni reali. Difficile segnalare singolarmente tutte le opere di Carmi, Stefanoni, Mauri (Arierspiegel 1995, specchio e legno cm 82x115x2 € 33.000/35.000), Cucchi, Salvo, Isgrò, Schifano, Adami, Viale (Due ruote 2006, marmo nero cm 55x35x20 € 7.500/8.000) , Melotti (Senza titolo 1955 ca, ceramica smaltata policroma cm 51×70 € 8.000/10.000), Mainolfi (Vestito 1996, terracotta policroma cm 146×44 € 25.000/30.000), Dorazio, Afro, Scanavino, Carol Rama, Perilli, Cecchini (Stage evidence 2001, dimensioni variabili € 15.000/18.000), Gilardi. La sezione internazionale può essere considerata una vera e propria selezione di opere da importante collezione: dai Cobra Appel (Senza titolo 1973, acrilico su cartone cm 77×48,5 € 20.000/25.000) e Jorn ad un prezioso Penck. Si possono apprezzare capolavori di Nitsch (Senza titolo 1998, idropittura su tela cm 200×300 € 30.000/45.000), Bogart, Kabakov (Angel and landscape 2001, materiali vari cm 79x51x51 € 30.000/35.000), Urs Luthi (The remains of Clarity-the Jogger 2003, gesso, motore e vetrina cm 200x60x60 € 30.000/35.000), Cesar (Portière noire 1980-1981, portiera di macchina compressa cm 71x107x30 € 26.000/30.000), Arman, Al Hansen, Grosz, Disler, Arroyo, Clavé. Per quanto riguarda la fotografia, segnaliamo due opere dell’artista statunitense Cindy Sherman, protagonista dell’autoritratto contemporaneo e una rara foto vintage di Lisetta Carmi, avente come soggetto i travestiti del ghetto di Genova. L’asta si terrà il 25 maggio.

Leave A Comment

Follow by Email