6 ottobre 2018

Bandi e concorsi:

Slider

Non ci sono messaggi in questo dispositivo di scorrimento.

“Ai confini del sole”: l’opera dello scrittore lucano Giuseppe Brancale scandagliata da Ada Rita Cutrino

L’opera “Ai confini del sole. Giuseppe Brancale, romanziere della storia d’Italia”, scritta da Ada Rita Cutrino ed edita da Ladolfi, si articola in sei capitoli: dopo il primo, che contiene i cenni biografici ed alcune indicazioni sulla formazione e sul pensiero dell’autore, tratte soprattutto dalle numerose lettere scritte da Brancale alla futura moglie, gli altri cinque sono dedicati ciascuno ad una delle opere dello scrittore. Giuseppe Brancale: “scrittore italiano della ricostruzione”; “scrittore della rinascita del Sud nel secondo dopoguerra”.
Scorrendo le pagine del libro viene tratteggiata la figura di questo autore, vissuto tra il 1925 e il 1979, che ama incondizionatamente la sua Lucania e che approda in Toscana. Nei suoi scritti – i romanzi ‘Il rinnegato’, ‘Echi nella valle’, ‘Fantasmi che tornano’, e ‘Lettere a Michele e altri racconti’ – egli denuncia i mali che affliggono la regione nativa, come anche tutto il resto del Sud Italia, ma senza cedere al disincanto. L’opera omnia è stata pubblicata da Polistampa e le copertine sono state realizzate da Giampaolo Talani. La copertina di “Ai confini del sole” è tratta da un trittico di disegni a pennarello e a carboncino che Carlo Levi realizzò per Brancale in occasione della pubblicazione della prima edizione di ‘Echi nella valle’, nel 1973.
All’opera di Giuseppe Brancale si sono interessati in questi anni la Regione Toscana e la Regione Basilicata, il Comune di Cascina e la Provincia di Firenze, con momenti di promozione e convegni sullo scrittore.  Dal romanzo ‘Il rinnegato’ è stato tratto il film ‘Le terre rosse’ di Giovanni Brancale, prodotto dalla Estravagofilm, è stato girato in Basilicata e alcune scene anche in Toscana (tra Firenze e Firenzuola).
Le terre rosse”, finalista lo scorso anno al Jagran Film Festival di Mumbai (India), nonché al Napoli Film Festival, vincitore dell’Hollywood International Moving Pictures Film Festival e recentemente presentato in Lussemburgo, sarà proiettato a Parigi il 22 novembre prossimo, a Saint Germain de Pres, davanti a una platea di critici cinematografici. Ulteriore tappa: Matera, a dicembre. “Il Rinnegato”  riporta le vicende di Giuseppe Prestone, dei suoi amici e del suo paese d’origine nel periodo post-unitario e prende in esame le reazioni di massa che li hanno visti come protagonisti come durante il Brigantaggio. Ad unire le storie raccontate da Brancale attraverso la sua macchina da presa è il fil rouge della “terra”.
“Le terre rosse” è il primo film di una trilogia che la casa cinematografica intende portare a produzione, e sarà seguito da una pellicola che approfondirà il periodo storico degli anni ’50 del secolo scorso, e di una successiva che racconterà l’Italia meridionale dagli anni ’70 fino ad oggi.

Leave A Comment