5 ottobre 2018

Bandi e concorsi:

Slider

Non ci sono messaggi in questo dispositivo di scorrimento.

A Satriano (Pz) la Sagra del peperone crusco

SATRIANO DI LUCANIA – Si terrà il 7 Ottobre la prima edizione della Sagra del peperone crusco FattoriaBio Satriano organizzata dall’omonima azienda agrituristica e dall’agenzia di viaggi Ivy Tour in collaborazione con l’associazione Eventi Green.

Il peperone crusco è uno dei prodotti più rinomati della Basilicata.

Una ricette unica di cui i lucani possono dire: “ce l’abbiamo solo noi”.

Per mettere a tavola un peperone crusco è necessario un capolavoro: dalla scelta dei semi alla coltivazione dei peperoni, dall’essiccatura naturale al delicato bilancio dei tempi di cottura: 2 secondi in meno e i peperoni rimangono “musci” ovvero non croccanti, due secondi in più e si bruciano.

L’azienda FattoriaBio Pucciariello di Satriano di Lucania, da oltre 20 anni si dedica all’intero processo di produzione dei peperoni cruschi, da circa 15 anni li commercializza anche in comode bustine con i peperoni già pronti da mangiare. La varietà di seme scelta viene migliorata di anno in anno e tra pochi mesi FattoriaBio diventerà ufficialmente custode del seme.

Quale posto migliore per trascorrere una giornata completamente dedicata al peperone crusco?

Appuntamento alle 10:00 presso l’agriturismo FattoriaBio Pucciariello di Satriano per prendere parte alla raccolta libera e gratuita di peperoni nei campi di coltivazione dell’azienda agricola. Alle 13:00 tutti a tavola per un pranzo completo a base di peperoni e peperoni cruschi. Il menù prevede un antipasto “FattoriaBio”, Cavatelli e fagioli “scucchiulatiedd”  aromatizzato con peperonincino d ‘annata, strascinati con peperoni cruschi e cacioricotta, bracioline e puntine di suinetto nero con anelli di peperoni acetati, crostate alle primizie autunnali di “FattoriaBio”, vino della casa.

Dopo il pranzo ci si sposta nel centro storico di Satriano per una visita guidata agli oltre 100 murales affrescati sulle pareti delle case.

Perché una Sagra al ristorante?

Perché si preferisce un’atmosfera più intima e rilassata, con un numero di partecipanti limitato che permette di conoscersi tutti. Perché organizzando la sagra in un ristorante si riusce a ridurre lo spreco di cibo, a eliminare tutte le stoviglie monouso e quindi a ridurre il quantitativo di rifiuti prodotti dall’evento. La prenotazione è obbligatoria e i posti sono limitati. Per maggiori informazioni si può chiamare il numero 3295320026, scrivere una mail a rocco@ivytour.it o consultare il sito www.ivytour.it

Comments are closed.