12 dicembre 2016

Bandi e concorsi:

Slider

Non ci sono messaggi in questo dispositivo di scorrimento.

Colori come parole

Colori come parole è il titolo della personale di pittura di Lucio Rofrano inaugurata domenica 11 dicembre alle ore 19,00 presso la sede del Circolo culturale Gocce d’autore, Libreria Mondadori, in via Pretoria 222/224 a Potenza. La nuova mostra, che va a chiudere il ciclo dedicato all’arte del 2016 a Gocce d’autore, segna un importante ritorno dell’artista nel panorama delle arti figurative della città di Potenza.

Di Lucio Rofrano sono pieni i cataloghi d’arte d’Italia e cospicue le quotazioni delle sue opere. Presente in “Pittori e scultori italiani di importanza europea” Quotazione dei pittori italiani del 900, Milano, IL QUADRATO, 1966; “Via Pretoria tra luci e colori – Ed Idearte – Ermes – 1996; “L’élite -Selezione arte italiana 97” – Varese; L’élite -“Annuario d’arte moderna”- Artisti contemporanei 97 – Roma – A.C.C.A. 1997. Peculiare la sua tecnica propria del divisionismo e del puntinismo, il tratto staccato, non continuo, puntellato, fatto di macchie separate. Una tecnica complessa attraverso la quale Rofrano raffigura paesaggi pieni di luce connotati da cromatismi accentuati. Tocchi di colore intenso, forme delineate e linee decise raccontano la vita interiore dell’artista che ha scelto non solo questo linguaggio per comunicare con gli altri.

Lucio Rofrano è anche vignettista, risale ai suoi albori la realizzazione di vignette caricaturali dei politici italiani, alcune delle quali pubblicate sui quotidiani nazionali. Suoi sono anche i disegni del medagliere della città di Potenza, andato in dono a tantissime personalità venute ospiti nel capoluogo lucano. Tra tutti ricordiamo Papa Benedetto XVI, il cardinale Tarcisio Bertone, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, la figlia di De Gasperi. La poliedricità di Lucio risiede anche nella sua penna. Tante le poesie scritte da Rofrano, mai date alle stampe, simbolo di un lirismo autentico che caratterizza l’uomo e le sue opere.

L’inaugurazione si terrà domenica 11 dicembre alle ore 19,00 alla presenza dell’artista. Durante la serata Eva Bonitatibus presenterà le opere in esposizione, seguirà la lettura delle poesie di Lucio Rofrano a cura di Carmen Cangi accompagnata al pianoforte da Toni De Giorgi. La mostra sarà aperta fino al prossimo 26 dicembre tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 17,00 alle 20,30.

Lucio Rofrano è laureato in sociologia. Da sempre ha coltivato la passione per la pittura esponendo in numerose mostre collettive e personali. La sua attività artistica, di matrice figurativa, è passata attraverso varie sperimentazioni che hanno visto man mano spostare il suo interesse dalla figura umana al paesaggio approdando, negli ultimi anni, ad una riscoperta e rivisitazione della tecnica divisionista.

Comments are closed.